[Oa-italia] German National Bibliography as LOD under CC0

Elena Giglia elena.giglia a unito.it
Lun 30 Gen 2012 12:06:47 CET


ottima iniziativa, da appoggiare.
mi pare che anche al CERN abbiano una CC-O (l'aveva presentato Vigen alle
Stelline)
ma e' un problema complesso: recentemente ho avuto bisogno di uno scarico
di dati dal nostro catalogo, e l'unico modo per ottenerli in un formato
con campi elaborabile sarebbe stato... pagare il fornitore. cosa che non
ho fatto, ovviamente.
possibile?
quindi ben venga la CC-O
buona giornata
eg

--
dott.ssa Elena Giglia
Responsabile Progetti Open Access
Sistema Bibliotecario di Ateneo
UniversitÓ degli Studi di Torino
via Michelangelo, 27
10126 Torino
011.6705309
Pubblicazioni e presentazioni in Open Access su E-LIS:
http://tinyurl.com/6gbgaj2
___________
Again, you can't connect the dots looking forward; you can only connect
them looking backwards. So you have to trust that the dots will somehow
connect in your future [S.Jobs]

>
>
> -------------------------- Messaggio originale ---------------------------
> Oggetto: Re: [Oa-italia] German National Bibliography as LOD under CC0
> Da:      "Andrea Zanni" <zanni.andrea84 a gmail.com>
> Data:    Lun, 30 Gennaio 2012, 11:33 am
> A:       "Lista di discussione su temi relativi all'accesso aperto"
> <oa-italia a openarchives.it>
> --------------------------------------------------------------------------
>
> Il giorno 30 gennaio 2012 11:17, Maria Cassella
> <maria.cassella a unito.it>ha scritto:
>
>> Il 30/01/2012 11.01, Andrea Zanni ha scritto:
>> > Credo anche io che sarebbe opportuno studiare il caso delle
>> universitÓ,
>> > anche se arrivare a far firmare il rettore (per una questione di dati
>> > bibliografici da rilasciare in CC0)
>> > non Ŕ una delle cose pi¨ facili da ottenere.
>> >
>> > Andrea Zanni
>> >
>> >
>> e lo sappiamo tutti che non e' facile: moltissimo dipende dai ruoli
>> ricoperti, dall'autorevolezza di chi propone, dai rapporti di forza o di
>> debolezza interni: in alcune universita' sara' piu' facile in altre
>> risultera' piu' complesso. Sviscerare un po' il tema dal punto di vista
>> legale/istituzionale non sarebbe male pero'.
>>
>
> Assolutamente.
> Infatti la mia domanda (implicita, perchŔ non l'ho scritta)
> era se il rettore Ŕ l'unico che potrebbe firmare il rilascio dei dati
> bibliografici in CC0,
> o se c'Ŕ un altro rappresentante legale.
> Quando ho chiesto qui a Bologna di chi fossero i dati,
> mi hanno sempre risposto con un generico "l'UniversitÓ",
> che non Ŕ molto informativo.
>
> Andrea Zanni
>
>
>
>
>>
>> Maria
>> _______________________________________________
>> OA-Italia mailing list
>> OA-Italia a openarchives.it
>> http://openarchives.it/mailman/listinfo/oa-italia
>> PLEIADI: http://www.openarchives.it/pleiadi/
>>
> _______________________________________________
> OA-Italia mailing list
> OA-Italia a openarchives.it
> http://openarchives.it/mailman/listinfo/oa-italia
> PLEIADI: http://www.openarchives.it/pleiadi/




Maggiori informazioni sulla lista OA-Italia