[Oa-italia] National Plan Open Science

Tessa Piazzini tessa.piazzini a unifi.it
Mer 15 Maggio 2019 14:53:03 CEST


Incrocio tutto ci˛ che posso incrociare...

Grazie dell'aggiornamento

Tessa Piazzini
Responsabile del Servizio di informazione e comunicazione all'utenza
Biblioteca Biomedica http://www.sba.unifi.it/biomedica
Responsabile Gdl SBA per l'accesso aperto e il supporto alla valutazione della ricerca
Membro della Commissione di Ateneo per l'accesso aperto ai prodotti della ricerca
UniversitÓ degli studi di Firenze
Largo Brambilla 3
50134 Firenze
tel. 055 2751375/1370
fax 055 2751382
e-mail: tessa.piazzini a unifi.it
Blog Bibliomedica In-forma: www.bibliotecabiomedica.wordpress.com

Il 09/05/2019 00:43, Elena Giglia ha scritto:
> Cari tutti,
> da molto tempo avrei voluto dirvelo ma dato che da parte di MIUR c'era 
> un certo riserbo ho dovuto aspettare... visto pero' che oggi a Pisa se 
> ne e' parlato pubblicamente, posso dirlo, e comunque anche ora ve lo 
> dico solo sottovoce, quindi tenetelo per voi (!!!). Aspettiamo di 
> vedere il risultato finale.
>
> Grazie alla proficua e molto concreta collaborazione che si e' creata 
> con il prof. Valditara (nuovo Capo Dipartimento per la Ricerca) e il 
> suo staff al MIUR, a partire da un caffe' preso insieme al lancio di 
> EOSC a Vienna lo scorso 23 novembre, in pochi mesi sono state organizzate
> - 3 riunioni/workshop/training con le infrastrutture di ricerca sui 
> temi EOSC e FAIR data, compresa una riunione iniziale in cui il 
> professore ha esordito dicendo: "ho capito che su questi temi sono 
> mancati coordinamento e una strategia comune" [mi sembrava di sognare]
> - 2 webinar dedicati su FAIR data
> - 2 incontri in videoconferenza con lo staff di Jean Claude Burgelmann 
> a Bruxelles (resp. per EOSC)
> e, soprattutto, a inizio aprile Ŕ stata nominata una commissione 
> incaricata di redigere il Piano Nazionale Open Science, che dovrebbe 
> essere parte integrante del futuro Piano Nazionale della Ricerca (per 
> dare piu' peso, idea del prof. Valditara).
> Fanno parte della commissione ANVUR, CRUI, AISA, IOSSG, ICDI, CUN, il 
> rappresentante italiano in EOSC, la National Point of reference per 
> l'OA e tre tecnici.
>
> Siamo gia' alla versione 3 della bozza.
>
> I punti centrali sono OA, i dati FAIR, e la valutazione della ricerca.
> Sia MIUR sia ANVUR sono su posizioni avanzatissime, quindi direi che 
> per il futuro tutto fa ben sperare.
>
> Appena possibile, nuovi aggiornamenti.
> Per ora la notizia un po' sottovoce.
>
> Cari saluti
> eg
>
> -- 
> dr. Elena Giglia
> UnitÓ di progetto Open Access
> Direzione Ricerca e Terza Missione
> Universita' degli Studi di Torino
> tel. +39.011.670*.4191*
> Skype: egiglia
> www.oa.unito.it <http://www.oa.unito.it>
>
> *NOAD OpenAIRE Italy*
> https://www.openaire.eu/
> noad-it a openaire.eu <mailto:noad-it a openaire.eu>
>
>
> _______________________________________________
> OA-Italia mailing list
> OA-Italia a openarchives.it
> https://liste.cineca.it/cgi-bin/mailman/listinfo/oa-italia
> PLEIADI: http://www.openarchives.it/pleiadi/
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML Ŕ stato rimosso...
URL: <http://liste.cineca.it/pipermail/oa-italia/attachments/20190515/c8819ab8/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista OA-Italia