[Oa-italia] Il futuro della comunicazione scientifica

Paola Galimberti paola.galimberti a unimi.it
Sab 2 Feb 2019 12:02:17 CET


Un buon inizio potrebbe essere la definizione di documenti sull'uso
responsabile delle metriche come giÓ fatto in molti atenei europei. Un
segno in questa direzione l'ha dato un dipartimento di eccellenza
dell'universitÓ di Ferrara
https://www.roars.it/online/se-un-dipartimento-di-eccellenza-dice-abbandonare-la-valutazione-modello-anvur/
.
Un altro punto potrebbe essere la firma di DORA
Un punto ulteriore potrebbe essere la definizione di modelli di valutazione
alternativi (tutti ne parlano a partire dalla EC ma nessuno li disegna e li
implementa)
Solo modificando davvero (non solo sulla carta) il nostro rapporto con le
metriche (riportandole al loro uso originario) sarÓ possibile modificare il
sistema della comunicazione scientifica.
Un cambio culturale che fatica a prendere piede nel nostro paese e che
necessita uno sforzo da parte delle comunitÓ scientifiche e della
governance degli atenei
Credo che sia arrivato il momento in cui ciascuno deve fare la sua parte.
Un saluto
Paola



Il giorno sab 2 feb 2019 alle ore 11:41 Andrea Capaccioni <
andrea.capaccioni a gmail.com> ha scritto:

> Mettere in discussione il predominio dell'Impact Factor, rafforzare il
> ruolo dei finanziatori: due obiettivi del rapporto sul futuro dell'editoria
> e della comunicazione scientifica curato da un gruppo di esperti della
> Commissione europea https://publications.europa.eu/s/kkqx
>
> Andrea Capaccioni
>
> _______________________________________________
> OA-Italia mailing list
> OA-Italia a openarchives.it
> https://liste.cineca.it/cgi-bin/mailman/listinfo/oa-italia
> PLEIADI: http://www.openarchives.it/pleiadi/
>


-- 
Paola Galimberti
UniversitÓ degli Studi di Milano
20122 Via Festa del Perdono 7
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML Ŕ stato rimosso...
URL: <http://liste.cineca.it/pipermail/oa-italia/attachments/20190202/ff1709af/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista OA-Italia