[Oa-italia] Report: Putting down roots.Securing the future of Open access policies-commissionato da KE

Paola Gargiulo p.gargiulo a cineca.it
Mar 9 Feb 2016 16:42:49 CET


E' uscito nel mese di gennaio, ma non l'avevamo ancora segnalato in lista.
Putting down roots: Securing the future of open access policies
http://knowledge-exchange.info/news/articles/20-01-2016

Lo studio aiuta a comprendere meglio quali servizi a sostegno dell'OA 
siano necessari e importanti per implementare effettivamente le policy.
Ne raccomando la lettura a chi si occupa di implementare la policy OA 
della propria istituzione. Lo studio dimostra  quanto sia articolato il  
mondo dell'accesso aperto, il numero crescente di servizi non 
commerciali a suo sostegno e  quanto sia importante la loro integrazione 
con i propri repository per una efficace implementazione delle politiche OA.

  L'organizzazione KE -  Knowledge Exchange che riunisce Olanda, 
Danimarca, UK, Germania,  Finlandia  sulle tematiche legate ai servizi 
tecnologici nell'ambito dell'universitÓ  ha affidato a Research 
Consulting uno studio per analizzare i rapporti  e l'interdipendenza tra 
le politiche OA e i servizi a supporto dell'OA non commerciali nei paesi 
aderenti a KE.
I servizi non commerciali presi in considerazione sono : gli sw OA per 
gestire i repository (DSpace, Eprint, Arxiv, Zenodo, Fedora, Europe 
PubMed Central), i sistemi di indicizzazione e abstracting  (DOAJ, 
PUBMED, DOB, OpenAIRE), search engine quali BASE, i sistemi di gestione 
di identificatori persistenti e/o standard (ORCID, FundREF,  DOI, ISO),  
servizi quali SHERPA ROMEO, e JULIET e OPENDOAR, le piattaforme per le 
riviste OA come OJS, i servizi per raccogliere dati sulle APC Fee come 
QUOAM, i servizi di monitoraggio sul deposito, sugli scarichi ecc. come 
IRUS-UK e ROBOT)

Il report evidenzia la necessitÓ della

-adozione di una governance  costituita dai finanziatori della ricerca e 
dai decisori politichi che promuova l'adozione e l'uso  degli 
identificatori (vedi ORCID, FundREF),
- garanzia di un impegno nella sostenibilitÓ finanziaria dei servizi non 
commerciali a supporto dei repository e dellepolicy (come ade esempio 
DOAJ e SHERPA Romeo, tanto per citarne alcuni, ma vengono identificati 
circa una cinquantina di servizi)
- creazione di un'infrastruttura OA pienamente interoperabile dei 
repository  basate su nodi centrali in un rapporto stretto  con OpenAIRE 
e COAR
Al medesimo tempo sottolinea l'importanza di investire in modo 
strategico nei servizi OA in modo da creare un'infrastruttura OA 
coerente, efficiente, integrata che soddisfi le esigenze di tutti i 
soggetti interessati (ricercatori, istituzioni che finanziano la 
ricerca,, biblioteche, gli editori e gli altri provider di informazioni 
e/o di servizi ).

  Ai fini della elaborazione del report sono stati utilizzati: la  
letteratura esistente sull'implementazione delle policy OA  e  sull'uso 
dei servizi OA, l'analisi delle policy OA esistenti nei paesi aderenti a 
KE e quella dell'EC, la consultazione tramite interviste con 25 esperti 
e portatori di interesse provenienti dal mondo accademico  e della 
ricerca e con i fornitori di servizi (per l'Italia Cineca Ŕ stato 
intervistato).


Cordialmente
Paola
___________________________________________________________


-- 
Paola Gargiulo
International Business Development Unit
IT Solutions for Institutional Research
CINECA, Interuniversity Consortium for ICT & HPC
Via R. Sanzio 4, I-20090 Segrate MI, Italy
email:p.gargiulo a cineca.it
phone +39 02 26995-218
mobile + 39 328 9507 128
skype paolafoca

-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML Ŕ stato rimosso...
URL: <http://liste.cineca.it/pipermail/oa-italia/attachments/20160209/ee95b07f/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista OA-Italia