[Oa-italia] Italia 2016

Roberto Caso roberto.caso a unitn.it
Mar 6 Dic 2016 09:22:03 CET


Il ricorso pu˛ essere mosso solo da un interessato che risulti leso nel
proprio interesse legittimo.
Si potrebbe iniziare a pubblicare sul tema col tentativo di innescare una
discussione ragionata.
rc

Il giorno 6 dicembre 2016 09:18, Elena Giglia <elena.giglia a unito.it> ha
scritto:

> Ottimo, si puo' segnalare?
> Suggerire ricorsi?
> fare una petizione come suggerisce Paola?
> Grazie per i vostri riscontri
> eg
>
> Il giorno 6 dicembre 2016 09:13, Roberto Caso <roberto.caso a unitn.it> ha
> scritto:
>
>> Grazie Elena,
>> utilissima segnalazione.
>> Ad occhio si tratta di un autogol che espone la procedura a
>> un’illegittimità.
>> A presto,
>> roberto
>>
>>
>>
>> Il giorno 06/dic/2016, alle ore 08:37, Elena Giglia <
>> elena.giglia a unito.it> ha scritto:
>>
>> Buongiorno,
>> mi segnala una collega:
>>
>> per sottolineare quanto il Miur sia sensiblie ai temi dell'Open Access
>> puoi dare un'occhiata al verbale di una delle Commissioni per l'ASN, I e II
>> fascia, e precisamente quella del settore concorsuale 06/E1 Chirurgia
>> cardio-toraco-vascolare (v. allegato).
>> Nell'elenco dei titoli selezionati dalla Commissione vi Ŕ anche il
>> seguente:
>>
>> Direzione o partecipazione a comitati editoriali di riviste, collane
>> editoriali, enciclopedie e trattati ri riconosciuto prestigio
>>
>> per il quale Ŕ stato specificato il seguente criterio di valutazione:
>>
>> Riviste di carattere nazionale ed internazionale, indicizzate e con
>> Impact Factor di almeno 1.1 negli ultimi due anni; *ESCLUDENDO LE
>> RIVISTE OPEN ACCESS*. Libri e collane editoriali a carattere nazionale e
>> internazionale con indice di riferimento internazionale ISSN - ISBN
>> _____________________
>>
>> Credo che sia utile e necessario un ulteriore sforzo di
>> sensibilizzazione. Ognuno di noi lo puo' fare nella propria universita'.
>> Siamo l'unico paese al mondo in cui girano ancora questi pregiudizi, in
>> cui l'Open Access e' praticamente sconosciuto, in cui viene solo
>> identificato con i "predatory publishers".
>> Siamo indietro di anni rispetto all'Europa che ha scelto in modo netto
>> l'accesso aperto.
>> Credo davvero che ci sia ancora tanta strada da fare. E il fatto che
>> manchino gli interlocutori istituzionali non deve essere una scusa.
>>
>> Buona giornata
>> eg
>>
>>
>>
>> --
>> dr. Elena Giglia
>> Responsabile Ufficio Open Access - Editoria Elettronica
>> Direzione Sviluppo Organizzativo, Innovazione e Servizi Bibliotecari
>> Universita' degli Studi di Torino
>> tel. +39.011.670*.4191*
>> www.oa.unito.it
>> _______________________________________________
>> OA-Italia mailing list
>> OA-Italia a openarchives.it
>> http://openarchives.it/mailman/listinfo/oa-italia
>> PLEIADI: http://www.openarchives.it/pleiadi/
>>
>>
>>
>
>
> --
> dr. Elena Giglia
> Responsabile Ufficio Open Access - Editoria Elettronica
> Direzione Sviluppo Organizzativo, Innovazione e Servizi Bibliotecari
> Universita' degli Studi di Torino
> tel. +39.011.670*.4191*
> www.oa.unito.it
>



-- 

Roberto Caso

Professore Associato di Diritto Privato Comparato

UniversitÓ di Trento - FacoltÓ di Giurisprudenza

http://www5.unitn.it/People/it/Web/Persona/PER0000633

http://www.lawtech.jus.unitn.it/index.php/people/roberto-caso
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML Ŕ stato rimosso...
URL: <http://liste.cineca.it/pipermail/oa-italia/attachments/20161206/8f1deceb/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista OA-Italia