Re: [Oa-italia] Open bibliographic data: quale Ŕ la situazione in Italia?

Maria Cassella maria.cassella a unito.it
Mer 12 Ott 2011 15:11:26 CEST


Pierfranco Minsenti ha scritto:

credo che il problema che giustamente poni si riassuma in due parole:

- presa di coscienza da parte delle biblioteche italiane dell'esistenza 
del movimento e dei suoi principi. Si leggano gli Open Bibliographic 
principles http://openbiblio.net/principles/ pubblicati a gennaio 2011 e 
di recente tradotti in italiano;

- disponibilitÓ da parte dei fornitori, in modo particolare quelli 
italiani, ad "aprire" i propri dati per venire incontro alle esigenze 
delle biblioteche e degli utenti.

Questo mi sembra essere il nodo focale del nostro ritardo, come tu 
stesso scrivi.
Forse si potrebbe riproporre il tema su AIB-CUR perche' abbia una 
risonanza ancora maggiore tra i nostri fornitori.

Ciao

Maria

>
>
>     -- 
>
>
>
>     _______________________________________________
>     OA-Italia mailing list
>     OA-Italia a openarchives.it <mailto:OA-Italia a openarchives.it>
>     http://openarchives.it/mailman/listinfo/oa-italia
>     PLEIADI: http://www.openarchives.it/pleiadi/
>
>
> ------------------------------------------------------------------------
>
> _______________________________________________
> OA-Italia mailing list
> OA-Italia a openarchives.it
> http://openarchives.it/mailman/listinfo/oa-italia
> PLEIADI: http://www.openarchives.it/pleiadi/


-- 
Maria Cassella
UniversitÓ di Torino
Via Po, 17 - 10124 Torino
Tel. ++390116703414
Fax ++390116703477




Maggiori informazioni sulla lista OA-Italia