R: [Oa-italia] Obama e l'accesso aperto -divenuta legge il Consolidated Appropriations ACT e il deposito mandatario degli NIH

mariateresa miconi mtmiconi2003 a yahoo.it
Lun 23 Mar 2009 20:28:36 CET


Meno male!
Finalmente una buona notizia, dopo le 'preoccupazioni'áemerse a febbraio....á
Grazie Paola!
MT

P.S. Approfitto per segnalare l'intervista ad Harnad depositata qualche giorno fa su E-LIS
á
http://eprints.rclis.org/15680/

--- Lun 23/3/09, Paola Gargiulo <paola.gargiulo a caspur.it> ha scritto:


Da: Paola Gargiulo <paola.gargiulo a caspur.it>
Oggetto: [Oa-italia] Obama e l'accesso aperto -divenuta legge il Consolidated Appropriations ACT e il deposito mandatario degli NIH
A: "Lista di discussione su temi relativi all'accesso aperto" <oa-italia a openarchives.it>
Data: Lunedý 23 marzo 2009, 18:06


inoltro la notizia riportata sulla Newsletter di CIBER
http://cab.unime.it/cibernewsletter/?p=3262

E’ divenuta legge, con la recente firma del Presidente Obama che ne ha concluso l’iter legislativo, il Consolidated Appropriations Act, che include una disposizione che rende permanente la politica per l’accesso pubblico adottata dal National Institutes of Health (NIH). La Revised Policy on Enhancing Public Access richiede ai ricercatori che abbiano avuto ricerche finanziate dal NIH di depositare le copie dei manoscritti peer-reviewed in PubMed Central (PMC), archivio aperto della National Library of Medicine. Gli articoli saranno resi disponibili ad accesso aperto e ricercabili in PMC non più tardi di 12 mesi dalla loro pubblicazione.

E’ significativo che dall’adozione della nuova politica di archiviazione la percentuale di articoli depositati in PMC ha registrato una crescita ragguardevole con più di 3000 sottomissioni ogni mese.

Con questa legge, ha dichiarato Sharon Terry, Presidente e CEO di Genetic Alliance, il Congresso riconosce l’incredibile potere della tecnologia e dell’innovazione nella misura in cui rendono possibile una gestione proactive della salute aprendo le porte a nuove collaborazioni e partnerships nella ricerca. Sulla stessa lunghezza d’onda anche David Shulenburger, Vice Presidente degli Academic Affairs del NASULGC (National Association of State Universities and Land-Grant Colleges), che ha affermato che un più ampio accesso ai risultati della ricerca scientifica consentirà alle università di massimizzare i propri investimenti nella ricerca e di accrescere le possibilità di nuove scoperte.

Massima soddisfazione ha espresso, infine, il portavoce dell’Alliance for Taxpayer Access che ha affermato che grazie al lavoro svolto insieme da pazienti, biblioteche, ricercatori, editori, studenti e taxpayers, i risultati delle ricerche finanziate dal NIH saranno accessibili e utilizzate come mai prima d’ora.

La notizia è riportata sul sito dell’Alliance for Taxpayer Access

http://www.taxpayeraccess.org/media/Release09-0312.html

Saluti
Paola

-- Paola Gargiulo
Settore Automazione Biblioteche
C.A.S.P.U.R
Via dei Tizii, 6b
00185 Roma - ITALY
Tel. ++39-06-44486-605
Fax ++39-06-4957083
p.gargiulo a caspur.it


-----Segue allegato-----


_______________________________________________
OA-Italia mailing list
OA-Italia a openarchives.it
http://openarchives.it/mailman/listinfo/oa-italia
PLEIADI: http://www.openarchives.it/pleiadi/


      
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML Ŕ stato rimosso...
URL: <http://liste.cineca.it/pipermail/oa-italia/attachments/20090323/22806949/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista OA-Italia