[Oa-italia] Re: Articoli contenuti in tesi di dottorato (Cristina Soave)

Fabrizia Bevilacqua bevilacq a unipr.it
Mer 30 Gen 2008 15:43:04 CET


oa-italia-request a openarchives.it wrote:
> Invia le richieste di iscrizione alla lista OA-Italia all'indirizzo
> 	oa-italia a openarchives.it
>
> Per iscriverti o cancellarti attraverso il web, visita
> 	http://openarchives.it/mailman/listinfo/oa-italia
> oppure, via email, manda un messaggio con oggetto `help' all'indirizzo
> 	oa-italia-request a openarchives.it
>
> Puoi contattare la persona che gestisce la lista all'indirizzo
> 	oa-italia-owner a openarchives.it
>
> Se rispondi a questo messaggio, per favore edita la linea dell'oggetto
> in modo che sia pi¨ utile di un semplice "Re: Contenuti del digest
> della lista OA-Italia..."
>
>
> Argomenti del Giorno:
>
>    1. Re: Articoli contenuti in tesi di dottorato (Maria Cassella)
>    2. Re: Articoli contenuti in tesi di dottorato (Cristina Soave)
>
>
> ----------------------------------------------------------------------
>
> Message: 1
> Date: Tue, 29 Jan 2008 15:22:25 +0100
> From: Maria Cassella <maria.cassella a unito.it>
> Subject: Re: [Oa-italia] Articoli contenuti in tesi di dottorato
> To: Cristina Soave <cristina.soave a unicam.it>,	"Lista di discussione
> 	su temi relativi all'accesso aperto"	<oa-italia a openarchives.it>
> Message-ID: <479F36A1.3000106 a unito.it>
> Content-Type: text/plain; charset=windows-1252; format=flowed
>
> Cristina Soave ha scritto:
>
>   
>> Gentili colleghi,
>>
>> mi rivolgo alla lista per cercare di risolvere un problema, forse solo 
>> formale, che mi si e’ presentato durante l’archiviazione di alcuni 
>> documenti sul repository istituzionale dell’Universita’ di Camerino a 
>> cui sto lavorando. In questa prima fase l’archiviazione riguarda le 
>> tesi di dottorato prodotte nell’Ateneo. In alcune di esse gli autori, 
>> per illustrare il lavoro svolto durante gli anni del corso di 
>> dottorato in ricerca, hanno inserito nel corpo della tesi gli articoli 
>> pubblicati su riviste di editori internazionali che sono il frutto 
>> della ricerca da loro svolta, riproducendoli integralmente attraverso 
>> la scannerizzazione del testo pubblicato sulla rivista.
>>
>> Mi e’ sorto quindi il dubbio se sia possibile inserire queste tesi, 
>> con gli articoli pubblicati in esse contenute, su un repository senza 
>> violare le norme sul copyright. La prima risposta che mi sono data 
>> –considerato che non e’ possibile estrapolarle dal testo- e’ di 
>> considerare gli articoli alla stregua di post-prints, ed inserirli se 
>> le riviste che li contengono sono di editori che consentano questa 
>> prassi. Da una ricerca condotta su SHERPA ROMEO, pero’, ed anche alla 
>> luce di una recente discussione su questa lista, mi sono resa conto 
>> che questa interpretazione non e’ corretta.
>>
>> o
>>
>>     
>
>
>   
Cara Cristina,
anche a Parma, dove i dottorandi stanno depositando le tesi elettroniche 
in questi giorni, ci siamo imbattuti nel tuo stesso problema. Noi ci 
stiamo comportando in questo modo: invitiamo i dottorandi a controllare 
le politiche adottate dai loro editori su Sherpa, oppure nelle 
istruzioni per gli autori sulle copertine dei fascicoli e sui contratti 
che hanno sottoscritto. Fino ad ora abbiamo sempre trovato menzionata la 
possibilita' per l'autore di inserire il suo articolo in una tesi.

Cordiali saluti

Fabrizia Bevilacqua

-- 
Fabrizia Bevilacqua

Biblioteca di Filologia Classica e Medievale
UniversitÓ degli Studi di Parma
Via D'Azeglio, 85 - 43100 Parma, Italia
Tel.: +39 0521 032288
Email: fabrizia.bevilacqua a unipr.it




Maggiori informazioni sulla lista OA-Italia